Inside Out 2: Età Consigliata e Come Affrontare il Problema dell’Ansia

inside-out-2-1

È tempo di esplorare nuovamente il mondo delle emozioni con Riley! Inside Out fa ritorno al cinema con un secondo capitolo, arrivando nove anni dopo il primo trionfo della Disney che vinse un Premio Oscar e un Golden Globe nel 2015 come miglior film d’animazione. Inside Out ha ottenuto ampi consensi sia dal pubblico che dalla critica per il suo approccio innovativo e non banale su come affrontare le emozioni durante la crescita della giovane protagonista, Riley, di soli 11 anni. La nuova pellicola, Inside Out 2, continua la storia due anni dopo: Riley ha ora 13 anni, sta per iniziare il liceo e affronta nuove emozioni, tra cui Ansia, rappresentata da un colore arancione, che causa scompiglio tra le cinque emozioni principali del primo film.

L’ansia è una componente riconosciuta nella vita di tutti, sebbene spesso poco apprezzata. Alcuni ritengono che Inside Out 2, per questo motivo, potrebbe risultare complesso o inadatto a un pubblico di bambini, al contrario del primo film. Il film è consigliato ufficialmente per bambini di almeno 8 anni e la Disney racconta queste tematiche in modo comprensibile e delicato. In realtà, il pubblico di riferimento non sono solo i bambini, ma anche gli adulti, soprattutto i genitori.

emozioni nuove in inside out 2 oltre ad ansia

Oltre ad Ansia, doppiata nella versione originale da Maya Hawke e in italiano da Pilar Fogliati, Inside Out 2 introduce altre quattro nuove emozioni nella mente di Riley:

nuove emozioni

  • Invidia, di colore verde acqua, doppiata in originale da Ayo Edibiri e in italiano da Marta Filippi;
  • Imbarazzo, identificato dal colore rosa, si innamora di Tristezza, doppiato in originale da Paul Walter Hauser e in italiano da Federico Cesari;
  • Ennui (noia in francese), con sfumature viola e doppiata da Adele Exarchopoulos in originale e da Deva Cassel in italiano;
  • Nostalgia, di colore tortora, con la voce originale di June Squibb e in italiano da Graziella Polesinanti.
Scritto da Augusto Clerici
Potrebbero interessarti