Bonifici senza Spese: Scopri la Grande Novità che Elimina Costi Superflui

bonifici-parlamento-europeo-decisione-cambia

Una svolta significativa sta per modificare l’universo dei bonifici bancari grazie a un regolamento emesso dal Parlamento europeo. Questa riforma promette di abolire un costo aggiuntivo a carico dei consumatori. Scopriamo insieme i dettagli di questa innovazione.

Innovazioni tecnologiche e bonifici

Nell’era digitale, realizzare trasferimenti di denaro tramite bonifico è diventato un’azione estremamente semplificata. Grazie all’avvento delle applicazioni di home banking e dei portali online offerti dalle banche, i clienti possono gestire transazioni finanziarie comodamente da casa. Quest’accesso remoto al proprio conto corrente, garantito da credenziali fornite dalle istituzioni bancarie o personalizzate dall’utente, ha rivoluzionato il modo in cui gestiamo le nostre finanze.

Dal 2017, in Europa è stata introdotta una nuova modalità di bonifico, nota come bonifico istantaneo SEPA. A differenza dei tradizionali bonifici, che solitamente necessitano di una giornata lavorativa per l’elaborazione, i bonifici istantanei promettono trasferimenti immediati. Questi vantaggi conllevano un costo aggiuntivo.

Un cambiamento radicale nei bonifici

Il futuro dei bonifici istantanei

Il costo aggiuntivo richiesto per usufruire dei bonifici istantanei potrebbe presto essere una storia del passato. Un nuovo regolamento del Parlamento europeo sta infatti per parificare i costi dei bonifici istantanei a quelli dei bonifici ordinari, come evidenziato da Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Questa innovazione mira a rendere i bonifici istantanei più accessibili, eliminando il sovrapprezzo precedentemente richiesto. Inoltre, le banche saranno obbligate a implementare le migliori tecnologie di sicurezza per proteggere i consumatori da potenziali frodi, offrendo, per esempio, la possibilità di limitare l’importo trasferibile via bonifico istantaneo.

Gli Stati membri dell’Unione Europea avranno dodici mesi per adeguarsi a questa nuova normativa. Ci attendiamo, quindi, ulteriori dettagli e aggiornamenti su come questa regolamentazione verrà implementata nei diversi paesi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MASSIMILIANO DONA 🛒 (@massimilianodona)

Scritto da wp_3563611
Potrebbero interessarti