Il Commissario Montalbano dov’è stato girato? E’ qui che Zingaretti fa sognare gli italiani

Luca-Zingaretti-1
L’ammaliante Sicilia come palcoscenico e la figura carismatica di Luca Zingaretti nei panni di Salvo Montalbano, hanno segnato il successo della serie televisiva “Il Commissario Montalbano”. Questo programma, giunto all’ottava stagione, ha saputo conquistare il pubblico con una narrazione avvincente, arricchita dalla scenografia naturale di una regione che porta con sé una storia intensa e spesso contraddittoria, sfiorando il tema delicato della mafia. Ci concentriamo su quegli ambienti che fanno da sfondo alle indagini del commissario, amalgamando cultura, tradizione e fascino mediterraneo.

le location della serie

Ambientata nelle terre luminose della Sicilia, precisamente nella provincia di Ragusa, la serie trae spunto dai romanzi di Andrea Camilleri. La cornice siciliana non è solo sfondo, ma diventa protagonista al pari delle avvincenti vicende narrate, arricchendo il racconto con i suoi paesaggi da sogno. Raggiungendo uno stretto legame con il turismo, località come Vittoria, Santa Croce, Modica, Scicli, Ibla e Ispica vengono presentate al pubblico, che viene catturato tanto dall’intrigo narrativo quanto dall’autenticità del territorio.

Gli appassionati della serie hanno seguito con affetto le stagioni in cui Luca Zingaretti ha incarnato il commissario di Vigata, ruolo che ricopre dal 1999. Gli episodi hanno goduto di un’audience elevata e suscitano interesse anche quando proposti in replica. Alcune sedi, come Marinella e Montelusa, seppur immaginarie, si ispirano a veri borghi siciliani, rendendo la finzione vicina alla realtà dell’isola.

casa e commissariato: i fulcri narrativi

Due location chiavi sono l’abitazione del commissario e gli uffici del commissariato. La casa di Montalbano, situata a Punta Secca, è famosa per la sua vista mozzafiato sul mare, luogo che spesso fa da scenario a momenti di vita quotidiana interrotti dalle chiamate di nuovi casi da risolvere. Il municipio di Scicli, d’altra parte, ospita gli uffici di Montelusa, offrendo allo spettatore la bellezza del suo patrimonio barocco, con palazzi come Spadaro, Beneventano e Fava.

ibla e modica: cuore antico e inseguimenti

Ibla, il cuore antico di Ragusa, e Modica, celebre per il suo cioccolato, sono altre due cornici significative in cui si sviluppano le vicende della serie, inclusi inseguimenti e momenti cardine della narrazione. Anche luoghi come la frazione balneare di Scicli, Sampieri e il Castello di Donnafugata sono stati teatro di momenti importanti della serie, in cui viene trattato l’argomento della mafia in modo tale da mostrare anche il lato più bello della Sicilia.

Scritto da Augusto Clerici
Potrebbero interessarti